Imprese edili e web – L’importanza di avere un sito web nel settore delle costruzioni

Imprese edili e web – L’importanza di avere un sito web nel settore delle costruzioni

Pochi giorni fa mi è capitato di sfogliare un catalogo presentato ad una fiera. Su 19 imprese presenti nel catalogo, 9 riportavano il proprio sito web. Di queste 9 solo 5 avevano il sito funzionante mentre gli altri 4 siti risultavano non accessibili o “under construction”… e non si sa da quanto tempo…

Avere un sito web nell’epoca in cui viviamo dovrebbe essere la base di partenza per ogni attività. Non averlo lascia nel potenziale cliente un senso di perplessità. Averlo non accessibile, datato o “under construction” lascia addirittura la mano correre sul pulsante X in alto a destra e scartare immediatamente la possibilità.

Internet è già da tempo indispensabile e ancora di più lo sarà negli anni a venire dove l’informatica e la tecnologia sostituiranno le persone fisiche in molti settori e la digitalizzazione ricoprirà aree che non riusciamo neppure ad immaginare.

Ma in molti ancora credono di poter andare avanti come hanno sempre fatto, perché il vecchio schema ha sempre funzionato e squadra che vince non si cambia.

Sfortunatamente non è così e le imprese che sopravvivono alla selezione naturale e che riescono a crescere sono quelle che sanno adattarsi al cambiamento e sfruttare le nuove tecnologie a proprio vantaggio seguendo le nuove tendenze.

Quando soffia il vento del cambiamento alcuni costruiscono muri, altri mulini a vento” recita un vecchio proverbio cinese.

Un sito internet, oltre ad essere un biglietto da visita per l’impresa, comunica affidabilità e professionalità, ed il visitatore riesce subito a farsi un’idea di chi ha di fronte. Non basta scrivere “impresa edile” per essere contattati, bisogna anche mostrare la propria filosofia, spiegare la propria esperienza e possibilmente comunicare la propria passione per il proprio lavoro, perché sono le passioni che da sempre muovono gli animi.

Se c’è un settore che è più arretrato degli altri in internet, questo è sicuramente il settore edile. Da una ricerca sul web si evince che solo il 5% delle imprese edili o affini ha un sito web dedicato. Questo significa che il 95% delle imprese di settore non possono essere rintracciate attraverso internet. Magari risultano schedate in qualche sito che elenca le imprese presenti nel territorio ma questo non basta a ricevere chiamate e ad ottenere nuovi lavori.

Pensiamo ad esempio ad un oligarca russo che investe in Italia ed ha bisogno di ristrutturare il suo nuovo appartamento sulla costa delle Marche, o ad un siciliano che si trasferisce a Bologna ed ha bisogno di rinnovare il bagno. A chi si rivolgono se non ad internet?

Quindi l’impresa edile che è presente in internet ha sicuramente più vantaggi di chi non è presente. Senza contare il fatto che i clienti di un’impresa edile che non ha un sito navigano spesso in internet e prima o poi troveranno l’impresa edile concorrente che invece il sito ce l’ha.

La potenzialità di un sito web non è trascurabile, basti pensare che è visibile e raggiungibile sempre ed ovunque, 24 ore su 24, 7 giorni su 7, 365 giorni all’anno, inclusi i giorni festivi.

Avere un sito è un investimento irrisorio ma che può avere un effetto impattante sulla propria immagine.

Quindi la domanda che un’impresa edile dovrebbe porsi è: “Continuiamo a posare malta e laterizi per costruire muri o ci facciamo un bel getto di calcestruzzo per realizzare le fondazioni del mulino a vento?”.

Capodarca Matteo Attila

Capodarca Matteo Attila

Consulente per imprese e privati, coordinatore della sicurezza di cantiere, tecnico di cantiere, imprenditore.
Capodarca Matteo Attila